ALTERNANZA CLASSE/MICROLABORATORI


Allievi frequentanti classi diverse del liceo, con caratteristiche di apprendimento omogenee, lavorano in piccolo gruppo due ore alla settimana, in orario curricolare, con una “didattica ad insegnanti multipli e co - presenti”, in un’aula della scuola, da ottobre a giugno.
Al fine di valorizzare con i compagni di classe le potenzialità dell’alunno disabile, le esperienze e tutto ciò che viene prodotto in laboratorio è restituito alla classe in momenti didattici concordati con i docenti delle singole materie ed è oggetto di valutazione.

I contenuti di questi microlaboratori sono stati i seguenti:

2005/2006. “EVENTI IN CITTA’: LE OLIMPIADI INVERNALI A TORINO”: partecipazione ad eventi olimpici con le classi; al concorso per le scuole superiori “Torino 2006: racconta la tua olimpiade” (con la realizzazione di un collage di carte marmorizzate dal titolo “Naufraghi”, vincitore di uno dei sei primi premi nella categoria scuole); produzione di opere artistiche.
2006/2007. LIBRO ILLUSTRATO: “VACANZE ALL’ISOLA DEI GABBIANI”: riduzione illustrata e multimediale (in collaborazione con alcuni allievi di una classe) del romanzo della scrittrice Astrid Lindgren.
2007/2008. “EVENTI IN CITTA’: L’ARTE CONTEMPORANEA A TORINO”: visita dei centri d’arte contemporanea a Torino: Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea; Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli; Parco d’Arte Vivente; visita delle mostre “Collage/Collages dal Cubismo al New Dada”; “Gilbert & George – La grande Mostra”. Realizzazione di opere artistiche ispirate alle esperienze fatte.
 2008/2009. “EVENTI IN CITTA’: PERCORSI MUSEALI”: partecipazione e analisi delle seguenti mostre : “Il celeste Impero. Dall’esercito di terracotta alla via della seta”; “Enzo Mari. L’arte del design”; “Egitto. Tesori sommersi”.
Realizzazione di una installazione per l’esposizione biennale “ARS CAPTIVA: percorsi di liberazione creativa”, presso le ex carceri “Le Nuove”. Il lavoro ha coinvolto anche un altro docente di discipline pittoriche che ha confermato la disponibilità a lavorare in questa direzione anche nei prossimi anni.

  VOCECANTO presso L’Area Onlus.
I ragazzi sono coinvolti in attività ludiche, canti di insieme, giochi ed esercizi atti a migliorare la propria capacità di cantare e di intonare nuove canzoni, nonché in attività con semplici strumenti musicali per accompagnare e ritmare il proprio canto. L’esperienza si conclude con un concerto finale a scuola.
LABORATORI ESPRESSIVI CON L’UTILIZZO DI TECNICHE DI ARTETERAPIA. “Giocare” con i materiali artistici in presenza di un’arteterapeuta che accoglie il prodotto senza giudizio, che ne condivide la soddisfazione, permette un allentamento di quelle tensioni che possono derivare dal senso di inutilità, dalla carenza delle capacità cognitive e/o fisiche nonché da difficili momenti di passaggio ancora da elaborare.