LIBRO ILLUSTRATO

IDEAZIONE E PROGETTO > Tiziana Bonollo e Giuliana Ravaschietto

COLLABORAZIONE ARTISTICA > Cesare Viottini
REALIZZAZIONE MULTIMEDIALE  >Tiberio Cecere

GRUPPO DI ALLIEVI
Il gruppo è composto da sei allievi diversamente abili, appartenenti a diverse classi, ed è omogeneo dal punto di vista delle difficoltà di apprendimento (medio/gravi)

PREMESSA
L’idea dell’unità didattica “Libro illustrato” è nata in stretto collegamento con il programma di italiano che si svolge in tutte le classi del nostro liceo: i docenti infatti assegnano a tutti gli allievi la lettura di romanzi, di letteratura o narrativa contemporanea, sui quali i ragazzi devono poi, in vario modo, relazionare alla classe. Ci siamo chieste in che modo questa attività poteva essere trasformata e adattata per i nostri allievi disabili, e abbiamo pensato alla realizzazione di una “riduzione illustrata”.

OBIETTIVI
• Promuovere la partecipazione culturale dei nostri allievi all’interno della programmazione di classe
• Sviluppare i linguaggi artistici
• Sviluppare la capacità di lettura e di comprensione di un testo.
• Realizzare un “libro illustrato” cartonato con disegni originali dei ragazzi (un libro per ciascun allievo)

DURATA
Da ottobre a maggio, due ore alla settimana in orario curricolare.

CONTENUTI
Riduzione illustrata del romanzo Vacanze all’isola dei Gabbiani della scrittrice svedese Astrid Lindgren.
La scelta del libro è stata fatta in base alle seguenti caratteristiche del testo:
• sequenza narrativa semplice
• successione degli avvenimenti secondo l’ordine cronologico
• genere narrativo realistico vicino all’esperienza dei ragazzi

MODALITA’ OPERATIVE
Il gruppo, composto da sei allievi con le caratteristiche descritte, lavora per due ore settimanali in un’aula laboratorio dell’istituto con la guida di tre insegnanti di sostegno.

1. Fase iniziale
Dopo aver illustrato il piano generale del progetto, il lavoro procede un capitolo per volta.

• I docenti leggono ad alta voce brani del testo e riassumono il contenuto di ciò che omettono.
• Discutono con i ragazzi il contenuto della lettura.
• Si soffermano sulle parti più importanti: ad esempio, le caratteristiche principali dei protagonisti, l’ambiente in cui si svolge la storia.
• Propongono semplici frasi che condensano quanto letto e discusso.
• Propongono i disegni da realizzare, fornendo modelli a cui ispirarsi (illustrazioni già esistenti o schizzi creati ad hoc).
• I ragazzi trascrivono al computer le frasi del testo e le stampano per tutti.
• Incominciano a realizzare i disegni, a seconda delle loro capacità, eventualmente usando la tecnica del lucido. Ciascun allievo continuerà la produzione di elaborati artistici sullo stesso tema nella propria classe, durante le ore di materie artistiche e architettoniche, e li riporterà in laboratorio.

2. Fase intermedia
• I docenti assegnano come compito la lettura di parti del libro già lette e rielaborate in classe (chi non riesce a farlo da solo può farselo leggere o usare una registrazione).
• Si lavora sulla comprensione del testo attraverso domande a risposta multipla (scritte o orali a seconda delle capacità del singolo)
• I ragazzi si esercitano a raccontare ad alta voce episodi del testo o a descrivere personaggi e situazioni.
• Prosegue il lavoro di trascrizione della riduzione e l’esecuzione dei disegni. Tra i tanti prodotti viene fatta una selezione.

3. Fase finale
• Con la guida degli insegnanti ogni ragazzo incolla i propri disegni su pagine di cartone opportunamente predisposte, li abbina ai testi e rilega il tutto con un nastro.
• Il lavoro viene illustrato in classe, nei contenuti e nella parte grafica, in un momento dedicato, e valutato dai docenti di italiano e di materie artistiche e architettoniche. Infine verrà portato a casa come proprio patrimonio culturale.

UNA FINALITA’ PARTICOLARE



Con una delle allieve del gruppo, Bea, che frequentava l’ultimo anno del liceo, è stata realizzata anche una versione multimediale, con l’utilizzo del linguaggio verbale, grafico e audiovisivo, esempio di cooperazione tra insegnanti di varie materie curricolari, alunni della classe e del laboratorio, che è stata presentata come orale dell’esame di maturità.

Durante la materia di Modellato l’allieva ha realizzato oggetti con la creta, che sono stati fotografati e inseriti nel video.

Sono stati inseriti anche disegni sullo stesso tema elaborati dai compagni di classe, che hanno anche letto, insieme a Bea, brani scelti del testo.

Il tutto è stato brillantemente assemblato dal docente di discipline architettoniche e visionato in sede di maturità




VIDEO: VACANZE ALL'ISOLA DEI GABBIANI