GRADUATORIE PROVVISORIE PERSONALE DOCENTE

Graduatorie provvisorie di istituto per il personale docente ed educativo di prima, seconda e terza fascia per gli anni scolastici 2017/18, 2018/19, 2019/20.

 

ELENCO CLASSI A.S. 2017/2018

Si comunica che nell'atrio dell'istituto sono affissi gli elenchi provvisori delle classi per l'A.S. 2017/2018

 

 PERFEZIONAMENTO ISCRIZIONI CLASSI PRIME

La circolare

Patto di corresponsabilità

Autocertificazione

Liberatoria

 

 

Libri di testo A.S. 2017/2018

 

Sono disponibili gli elenchi per l'adozione dei libri di testo A.S. 2017/2018.

Clicca qui per visualizzare gli elenchi!

 

Nota: solo per le classi prime del corso diurno, si aggiungono i seguenti libri di testo per le vacanze estive come preparazione al nuovo A.S.

Autore:   C. Testa e Altri
Titolo:   Check Mat 0 PLUS - Schede di matematica per l'ingresso nella scuola superiore
Editore:   SEI
Cod.:   9788805073870
 
 
Autore:   A. Hutchinson
Titolo:   The luckiest girl in the world
Editore:   Black cat
Cod.:   9788853015501

 

Programmi esami di settembre A.S. 2017/2018

Calendario esami di settembre

L’uso delle nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica

Le Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione possono essere utilizzate in modo efficace nell'ottica di un processo di rinnovamento delle metodologie didattiche e, all'interno del normale curriculum scolastico, possono favorire il conseguimento di precisi obiettivi didattici. Nel nostro Istituto è in atto una seria riflessione sul ruolo delle nuove tecnologie e dei nuovi media nella didattica, intesi sia come strumento di apprendimento sia come oggetto di studio per stimolare un approccio consapevole e creativo all'utilizzo da parte degli studenti.
La diffusione dei computer ha indotto profondi cambiamenti nelle modalità di apprendimento: è richiesta agli studenti una maggiore autonomia e indipendenza, l'acquisizione di nuove capacità di apprendimento basate su una continua pratica di interazione, la rielaborazione del proprio sapere, ad esempio per la creazione di ipertesti. Del resto, nella prassi di studio gli studenti sono già orientati verso la condivisione e la costruzione sociale della conoscenza. E' consuetudine per gli studenti condividere file e appunti in un gruppo di classe su Facebook dedicato e chiuso, il quale spesso viene tenuto nascosto ai professori che nella maggior parte dei casi ritengono i social network delle perdite di tempo nocive per lo studio. In qualche modo gli studenti stanno già seguendo le pratiche di condivisione della conoscenza senza il beneplacito dei professori. Ma lo fanno senza una riflessione sui limite e le possibilità del mezzo. Per questa ragione lo studente è chiamato a fare riflettendo pero sul proprio operato, in contrasto con quanto avveniva nella didattica tradizionale.
Per mettere a fuoco le potenzialità e i limiti degli strumenti digitali occorre considerarli come l'occasione per la scuola di diventare un soggetto produttore di cultura cui collaborano docenti e studenti. Con questo non si intende ridurre l'insegnamento al solo uso delle tecnologie digitali ma piuttosto migliorare le competenze di didattica digitale integrandole alle pratiche didattiche sperimentate.
L'aspetto effettivamente innovativo delle tecnologie digitali riguarda la modalità di diffusione e distribuzione della conoscenza. Il "web", fin dalla sua progettazione tecnica, è stato pensato e realizzato sul principio della "condivisone della conoscenza".
Questa idea affonda le sue radici nella ricerca scientifica intesa come ricerca comunitaria, pubblica e quindi, appunto, condivisa, o condivisibile in linea di principio, da chiunque. Il sistema della conoscenza non è una enciclopedia chiusa e compiuta di cui i professori, o i maestri, sono i custodi e garanti, ma un processo in divenire cui i singoli - individui o enti che siano - contribuiscono senza la pretesa di avere l'ultima parola. Perciò il docente non è il vate onnisciente che eleva i discenti alla conoscenza vera e compiuta, quanto un tutore che condivide con gli studenti un processo di conoscenza in cui strumenti di ricerca e metodi di studio devono essere proposti, condivisi e adattati alle caratteristiche degli studenti e del contesto.
L'uso didattico delle nuove tecnologie comporta un ripensamento del mezzo tecnologico, pensato non solo come strumento di svago o facilitatore dell'attività didattica ma anche finalizzato all'elaborazione di prodotti digitali. L'uso delle nuove tecnologie nella didattica accresce inoltre la motivazione degli alunni e il senso di autostima: spostando il focus dall'insegnante allo studente e dall'apprendimento al fare, aumenta la cooperazione tra alunni e si favorisce l'interazione. Uno dei maggiori vantaggi dell'uso delle TIC e, infatti, la possibilità di realizzare e di testare materiale didattico innovativo che, se utilizzato in modo integrato con le tradizionali lezioni frontali, riesce a stimolare la partecipazione attiva. Per consentire l'integrazione delle nuove tecnologie nella didattica quotidiana, il nostro Liceo si è posto l'obiettivo di modificare gradualmente gli ambienti di apprendimento, i linguaggi della scuola, gli strumenti di lavoro e i contenuti. Quest'approccio dovrebbe consentire di abbandonare il tradizionale concetto di classe come ambiente chiuso dove avviene l'apprendimento, per arrivare a creare nuovi spazi di apprendimento aperti al mondo.
Le azioni già attuate sono due: il progetto Cl@ssi 2.0 e l'utilizzo delle LIM. Il progetto Cl@ssi 2.0 è teso a modificare gli ambienti di apprendimento attraverso l'utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica; a tal fine le classi sono state dotate di dispositivi tecnologici e multimediali e apparati per la connessione ad Internet. La seconda azione promossa riguarda la progressiva introduzione delle lavagne interattive multimediali (LIM) corredate da un videoproiettore e da un PC come primo passo concreto del graduale percorso di innovazione didattica in ambiente digitale.
Il Primo Liceo Artistico considera fondamentale il ricorso alle TIC in relazione alle esigenze del mondo contemporaneo e alle indicazioni dei nuovi programmi, pertanto agisce perchè il contesto di insegnamento-apprendimento sia caratterizzato dai seguenti obiettivi formativi:

  • conoscere e utilizzare i diversi codici comunicativi delle TIC che, attraverso la loro fusione, agevolano sia l'acquisizione che la produzione del sapere interdisciplinare;
  • usare le TIC come propulsore del pensiero creativo e progettuale;
  • confrontare il proprio lavoro con il mondo reale in un continuo processo di adattamento dell'idea alla realtà cui deve applicarsi;
  • sviluppare le modalità di ricerca ed utilizzo consapevole della rete Web;
  • diventare produttori di forme di comunicazione digitale, anzichè esclusivamente consumatori passivi;
  • comunicare e condividere il proprio lavoro sia nella fase di ideazione e progettazione, sia nella fase di presentazione utilizzando le TIC;
  • ampliare la rete di lavoro tra allievi e insegnanti all'interno del Liceo e sviluppare i rapporti con i soggetti esterni coinvolti nelle attività culturali o didattiche;
  • utilizzare le TIC per superare i confini della classe e della scuola e per esprimere la propria creatività e capacità progettuale.
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Il Liceo Artistico Primo è ente accreditato dalla Regione Piemonte per la formazione, nelle tipologie MB e tFAD

banner PON 14 20 circolari FESR definitivo1