GRADUATORIE PROVVISORIE PERSONALE DOCENTE

Graduatorie provvisorie di istituto per il personale docente ed educativo di prima, seconda e terza fascia per gli anni scolastici 2017/18, 2018/19, 2019/20.

 

ELENCO CLASSI A.S. 2017/2018

Si comunica che nell'atrio dell'istituto sono affissi gli elenchi provvisori delle classi per l'A.S. 2017/2018

 

 PERFEZIONAMENTO ISCRIZIONI CLASSI PRIME

La circolare

Patto di corresponsabilità

Autocertificazione

Liberatoria

 

 

Libri di testo A.S. 2017/2018

 

Sono disponibili gli elenchi per l'adozione dei libri di testo A.S. 2017/2018.

Clicca qui per visualizzare gli elenchi!

 

Nota: solo per le classi prime del corso diurno, si aggiungono i seguenti libri di testo per le vacanze estive come preparazione al nuovo A.S.

Autore:   C. Testa e Altri
Titolo:   Check Mat 0 PLUS - Schede di matematica per l'ingresso nella scuola superiore
Editore:   SEI
Cod.:   9788805073870
 
 
Autore:   A. Hutchinson
Titolo:   The luckiest girl in the world
Editore:   Black cat
Cod.:   9788853015501

 

Programmi esami di settembre A.S. 2017/2018

Calendario esami di settembre

Il clima educativo-relazionale e il contratto formativo

L’attività didattica deve essere caratterizzata da elementi di sviluppo, di ricerca e sperimentazione, con l'individuazione di traguardi e di tappe, di strategie e risorse, di autoanalisi e di autovalutazione (delle proprie difficoltà, dei punti di forza e di debolezza) garantendo che il processo di insegnamento-apprendimento sia basato sullo sviluppo professionale dell'insegnante.
Lo sviluppo dell'autonomia e di una didattica innovativa richiedono un’attività di documentazione delle esperienze e la loro circolazione, il monitoraggio dell'azione diagnostica della valutazione, dei metodi e dei contenuti dell'insegnamento adottati a livello di singole discipline (i dipartimenti disciplinari) e delle singole classi (il consiglio di classe).
Il clima educativo relazionale dell'Istituto si pone al centro di qualsiasi approccio o strategia, incidendo sui soggetti che vivono quotidianamente la vita della scuola, influenzandone il rendimento, gli interessi, la fiducia in se stessi, la capacità progettuale, lo spirito d’iniziativa. È determinato prioritariamente dalle modalità di gestione delle diverse responsabilità e dalla comunicazione tra i vari soggetti.
Quelli che seguono sono alcuni aspetti che influenzano in senso positivo l’attività scolastica e che si pongono, quindi, come obiettivi della crescita individuale e collegiale del Liceo:

  • il ruolo privilegiato della comunicazione viene riconosciuta come fonte primaria di influenza sull'azione educativa e richiede una disponibilità di ascolto di quanto gli allievi (ma anche colleghi e altri soggetti coinvolti nei processi di istruzione) hanno da esprimere;
  • nel rapporto con gli studenti è necessario assumere un atteggiamento costante di fiducia, valorizzandone l'impegno e le qualità positive; rispettare gli allievi sapendo distinguere tra comportamento e persona nel momento in cui si debba ricorrere al rimprovero o alla punizione, astenersi da riprovazioni pubbliche che possano risultare offensive; creare spirito di classe anche con l'attribuzione di compiti di responsabilità; assumere la dovuta riservatezza nei confronti degli aspetti della vita degli alunni che la richiedono;
  • nel contratto formativo rispettare le regole stabilite per l'ottenimento del più efficace risultato didattico, esprimendo sempre la motivazione pubblica di comportamenti difformi indotti da situazioni particolari; perseguire criteri di equità nelle valutazioni, chiarendo la natura di tali criteri e le motivazioni da cui derivano; valorizzare anche gli insuccessi o le decisioni punitive come occasioni di riflessione e di crescita per l'intera classe;
  • nello stile di insegnamento, l'insegnante deve gestire la leadership della classe in forma creativa, assumendo atteggiamenti differenziati a seconda degli obiettivi da raggiungere, con lo scopo di suscitare attenzione, interesse e partecipazione in un clima di disponibilità, favorendo le possibilità di apprendimento, anche attraverso una didattica individualizzata; avere coscienza della funzione di "modello" che necessariamente si assume nell'espletamento della funzione docente.

Accoglienza allievi classi prime
Il primo giorno di scuola il Dirigente scolastico incontra, nell’aula magna del Liceo gli alunni delle classi prime e le loro famiglie per dare loro il benvenuto, conoscerli ed illustrare le regole generali dell’Istituto. Nella prima settimana dell’anno scolastico i docenti svolgono un’attività di accoglienza che prevede:

  • conoscenza e socializzazione tra gli allievi e tra questi e i docenti;
  • conoscenza del nuovo ambiente (ubicazione dei principali uffici, aule, laboratori, biblioteca);
  • presentazione del Regolamento d’Istituto e dello Statuto degli studenti e delle studentesse con relativa discussione;
  • indicazioni generali sul percorso formativo;
  • svolgimento del test d’ingresso costituito da domande di vario tipo riguardanti l’area dei linguaggi, l’area matematica, quella scientifico – tecnologica e quella storico – sociale;
  • apprendimento in itinere di una corretta metodologia di lavoro (prendere appunti significativi, saper consultare correttamente il libro di testo, produrre schemi e mappe concettuali, ecc.).
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Il Liceo Artistico Primo è ente accreditato dalla Regione Piemonte per la formazione, nelle tipologie MB e tFAD

banner PON 14 20 circolari FESR definitivo1