GRADUATORIE PROVVISORIE PERSONALE DOCENTE

Graduatorie provvisorie di istituto per il personale docente ed educativo di prima, seconda e terza fascia per gli anni scolastici 2017/18, 2018/19, 2019/20.

 

ELENCO CLASSI A.S. 2017/2018

Si comunica che nell'atrio dell'istituto sono affissi gli elenchi provvisori delle classi per l'A.S. 2017/2018

 

 PERFEZIONAMENTO ISCRIZIONI CLASSI PRIME

La circolare

Patto di corresponsabilità

Autocertificazione

Liberatoria

 

 

Libri di testo A.S. 2017/2018

 

Sono disponibili gli elenchi per l'adozione dei libri di testo A.S. 2017/2018.

Clicca qui per visualizzare gli elenchi!

 

Nota: solo per le classi prime del corso diurno, si aggiungono i seguenti libri di testo per le vacanze estive come preparazione al nuovo A.S.

Autore:   C. Testa e Altri
Titolo:   Check Mat 0 PLUS - Schede di matematica per l'ingresso nella scuola superiore
Editore:   SEI
Cod.:   9788805073870
 
 
Autore:   A. Hutchinson
Titolo:   The luckiest girl in the world
Editore:   Black cat
Cod.:   9788853015501

 

Programmi esami di settembre A.S. 2017/2018

Calendario esami di settembre

Il metodo per progetti

Per migliorare la qualità del processo di insegnamento-apprendimento, il Liceo intende privilegiare il metodo per progetti, da applicare, in linea di massima, a tutte le discipline, anche col ricorso alla collaborazione tra docenti di materie differenti. Queste sono le caratteristiche di tale metodo:

  • gli studenti affrontano un compito finalizzato al raggiungimento di un risultato definibile a priori, avente un valore in sé, che può assumere la forma concreta di un oggetto artificiale, di un'organizzazione di cose o persone, di una comunicazione;
  • l'adempimento deve essere un'azione completa e complessa nel senso che deve implicare attività di vario genere e livello (prendere decisioni non banali, ricercare e selezionare informazioni, analizzare, applicare procedure di calcolo o di altro genere, rappresentare proposte e soluzioni, manipolare o realizzare oggetti, documentare e comunicare) fra le quali almeno alcune non debbono avere il carattere di una semplice applicazione di procedure prestabilite e fisse, ma rappresentare una certa apertura;
  • le azioni dello studente non debbono avere carattere casuale e disordinato, ma rientrare in un procedimento metodologico caratteristico della disciplina nell'ambito della quale si sviluppa il progetto; ciò implica stabilire anche quali debbano essere la forma, i limiti di accettabilità e gli standard metodologici del risultato;
  • il compito deve essere assolto nel contesto di relazioni personali e sociali ben stabilite, alcune delle quali debbono assumere caratteristiche specifiche;
  • il compito non può essere interamente imposto, ma almeno scelto in una gamma di possibilità;
  • la contrattazione del compito può avvenire o all'interno del patto formativo, fra studenti e insegnanti, o coinvolgendo un ente esterno che offre consulenza o una vera e propria committenza;
  • l'azione dei formatori non può assumere il carattere della guida prescrittiva ma piuttosto quello della consulenza e della collaborazione;
  • l'assolvimento del compito può implicare un lavoro di gruppo o forme di socializzazione del lavoro fra studenti.

Il metodo per progetti si propone, attraverso il fare, di raggiungere alcuni obiettivi formativi:

  • sul piano disciplinare, l'acquisizione di una più sicura conoscenza e comprensione dei concetti fondamentali delle materie coinvolte;
  • lo sviluppo o il rinforzo di abilità cognitive generali quali imparare ad apprendere e organizzare le proprie conoscenze superando le barriere tra le singole discipline;
  • attivare le capacità per affrontare compiti nuovi, anche complessi;
  • sapere assumere decisioni in condizioni di incertezza e selezionare le informazioni utili;
  • favorire la crescita delle capacità al lavoro in gruppo;
  • migliorare lo stile di comunicazione ed abituare a documentare i risultati.

Il lavoro svolto da ciascuna classe o da gruppi di studenti dovrebbe dar luogo a due tipi di valutazione:

  • la prima riguarda il prodotto in quanto tale e potrebbe essere effettuata in base a parametri quali la completezza, la complessità, la correttezza delle soluzioni, la loro originalità, la ricchezza della documentazione, il tipo di presentazione. L'azione valutativa viene di solito svolta dai docenti coinvolti o dal consiglio di classe eventualmente aperto al contributo di esterni alla scuola;
  • la seconda valutazione riguarda gli studenti che hanno partecipato all'attività e compete direttamente ai docenti che esprimono il loro giudizio attraverso griglie di osservazione dei comportamenti sia cognitivi che non cognitivi di ciascun allievo.

Gli indicatori da utilizzare per la progettazione sono i seguenti:

  • superamento della lezione frontale;
  • partecipazione attiva dell'allievo;
  • uso di tecnologie didattiche innovative;
  • attività interdisciplinare;
  • progettazione comune di esperienze didattiche;
  • interazione con soggetti esterni al Liceo.

Attività inserita nella normale programmazione del docente Progetto didattico
Viene programmata dal docente ed eventualmente, quando coinvolge l'orario o la collaborazione di altri docenti, concordata e approvata dal consiglio di classe. Viene approvato dal Collegio su proposta del Consiglio di classe o del Dipartimento e dal Consiglio di Istituto per la parte finanziaria.
Non richiede costi aggiuntivi per il bilancio del Liceo oltre al materiale di facile consumo già assegnato ai dipartimenti. Prevede costi aggiuntivi per il materiale, il docente, gli esperti esterni, ecc. a carico del bilancio del Liceo.
Non modifica in maniera significativa il metodo di lavoro normalmente utilizzato dalla disciplina. Introduce in maniera significativa metodologie didattiche non usuali e innovative per la disciplina.
Richiede un tempo di svolgimento limitato a uno o pochi giorni. Modifica in profondità il curricolo disciplinare e richiede un periodo consistente di tempo (almeno una o due settimane di lavoro, a volte di più).
Non richiede una progettazione didattica e un impegno organizzativo molto diverso da quello normalmente necessario per preparare le lezioni. Richiede una progettazione e un'organizzazione importante, anche per la produzione di materiali, tale da essere considerata un'attività aggiuntiva al normale impegno scolastico.
Richiede contatti con soggetti esterni occasionali o singoli. Richiede contatti continuativi e prolungati con più soggetti esterni.
Può prevedere la produzione di prodotti o performances di norma ad uso didattico interno. Prevede la produzione di prodotti o performances importanti per l'immagine del Liceo.
Esempi: partecipazione a convegni, mostre, brevi seminari e laboratori d'arte, uscite didattiche e viaggi di istruzione con particolare finalità didattica ... Esempi: realizzazione di mostre, produzione di oggetti di una certa rilevanza per concorsi, progetti di scuola-lavoro, ricerche didattiche di media-lunga durata
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Il Liceo Artistico Primo è ente accreditato dalla Regione Piemonte per la formazione, nelle tipologie MB e tFAD

banner PON 14 20 circolari FESR definitivo1